• Giusy

Le prove

«Fratelli miei, considerate una grande gioia quando venite a trovarvi in prove svariate, sapendo che la prova della vostra fede produce costanza. E la costanza compia pienamente l'opera sua in voi, perché siate perfetti e completi, di nulla mancanti.»

‭‭Lettera di Giacomo‬ ‭1:2-4‬ ‭


Il mio non vuole essere un insegnamento ne un trattato teologico sulle prove ma la mia esperienza durante una delle tante prove in cui mi sono trovata, con la speranza che possa essere di aiuto e incoraggiamento.

Sono tante e svariate le prove che ho dovuto affrontare nella mia vita, ma sono state sempre prove che avevano a che fare con le emozioni, con la sfera affettiva e grazie al Signore ne sono uscita vittoriosa, ma mai ho dovuto affrontare una prova che riguardasse la mia salute. Devo dire in tutta onestà che ad oggi mi pare la più grande prova mai affrontata, perché oltre al fattore emotivo si aggiunge qualcosa di cui avevo sentito solo parlare: il dolore fisico. Ed è proprio vero che bisogna vivere una situazione per poterla comprendere appieno.


Mi sono ritrovata spesso a pensare alla storia di Giobbe; sebbene nessuno credo si possa paragonare a lui mi sento però di comprendere meglio il suo stato d’animo, le sue emozioni. Mi fa pensare il fatto che dopo la perdita di tutto ciò che possedeva, case, bestiame e figli (in ordine non certo di importanza) il diavolo chieda a Dio di toccare la sua salute; mi sono soffermata sul fatto che il diavolo chieda il permesso a Dio di toccare la sua salute.


La stessa cosa avviene all’inizio del capitolo 1 quando satana chiede il permesso a Dio di toccare Giobbe in tutto ciò che gli appartiene. Questo la dice lunga sul fatto che senza il permesso del Signore satana non possa toccarci, infatti nel capitolo 1 è scritto:”non l’hai forse circondato di un riparo lui è ciò che gli appartiene”. Trovo grande forza nel fatto che il Signore abbia posto un riparo intorno a noi (un’altra traduzione dice un cerchio) e il diavolo non possa andare oltre questo riparo, otre quel cerchio, quella protezione che il Signore ha posto intorno a noi.


Questo fatto mi fa stare sicura che Dio ha l’ultima parola in ogni area della nostra vita. Nel salmo 139 verso 16 Davide dice “i tuoi occhi videro la massa informe del mio corpo e nel tuo libro erano tutti scritti i giorni che mi erano destinati“, questo verso parla chiaro del fatto che Dio ha già fissato il tempo che vivremo su questa terra e niente e nessuno (diavolo compreso) potranno cambiare questa realtà! Dio ha fissato un tempo, alleluia che gloriosa verità!


Per tornare alle parole del apostolo in prima Giacomo quando dice di considerare una grande gioia le prove in cui veniamo trovarci, devo ammettere che mi scontro con queste parole e chiedo a Dio, posso provare gioia quando a distanza di un anno dall’inizio di questa malattia i medici brancolano nel buio e lo scoraggiamento è sempre in agguato, si può essere gioiosi? Se guardiamo alla parola di Dio dovremmo credere completamente nelle sue promesse che sono di vita e di vita esuberate.


In Ebrei 11 è scritto: “or fede è certezza di cose che si sperano e dimostrazione di realtà che non si vedono”; devo dire in tutta onestà che non è stato facile realizzare la seconda parte del versetto dove dice “dimostrazione di realtà che non si vedono”, che messa in pratica vuol dire “anche se non vedi realizzata la guarigione dichiarala come se fosse già avvenuta, non arrenderti allo scoraggiamento alle bugie che ti sussurra il nemico”, insomma nonostante tu sia nell’occhio del ciclone continua ad adorare il Signore a fidarti di lui, perché non si tratta di un uomo che possa mentire ma si tratta di Dio e lui non mente!


Vi sono vari significati della parola prova, ma quello che mi ha colpito di più è che prima di mettere in commercio un prodotto ne sia attestata la sua affidabilità, ad esempio un’automobile prima di essere messa in commercio subisce vari test e prove, la tenuta delle gomme su vari tipi di terreno, si prova la robustezza della carrozzeria i freni ecc ecc..

Oppure anche che prima di una promozione si passa per un periodo di prova durante i quale vengono vagliate le qualità, le attitudini, le capacità, l’affidabilità, la costanza e la fedeltà.


La bibbia è piena di uomini e donne che hanno dovuto affrontare grandi prove, il fatto che siamo figli di Dio non vuol dire che saremo esenti da prove, non lo trovo scritto da nessuna parte tutt’altro, la parola di Dio parla di prove e tentazioni ma ci assicura anche la forza per poter resistere: «Perciò prendete la completa armatura di Dio, affinché possiate resistere nel giorno malvagio, e restare in piedi dopo aver compiuto tutto il vostro dovere.»

‭‭Nella lettera agli Efesini‬ ‭6:13‬ ‭ l’apostolo Paolo ci parla di un giorno malvagio, dunque non siamo dispensati da giorni malvagi,e nemmeno lo siamo da prove e tentazioni; Dio prova i nostri cuori! Come è scritto in Prima Tessalonicesi 2:4 e ancora è scritto in Geremia 17:10 «Io, il SIGNORE, che investigo il cuore, che metto alla prova le reni, per retribuire ciascuno secondo le sue vie, secondo il frutto delle sue azioni».


‭Insomma Dio permette che attraversiamo delle prove e molto spesso quando passiamo per esse siamo tentati. Nella bibbia vi sono molti esempi di uomini e donne che durante la prova hanno avuto delle forti tentazioni, un esempio lo troviamo in Genesi 39, nella storia di Giuseppe venduto dai suoi fratelli. La sua fu una prova molto lunga quanto alla durata: è scritto che mentre si trovava al servizio di Potifar sua moglie gli mise gli occhi addosso ma Giuseppe rifiutò le avance della donna, non cedette alla tentazione. Questo mi fa pensare che possiamo essere tentati durante le nostre prove come Giuseppe fu tentato dalla moglie di Potifar, noi possiamo essere tentati di dubitare di Dio della suo intervento in nostro favore, molti possono essere i dubbi: “se Dio mi ama perché non mi guarisce , se Dio mi ama perché non interviene”.


Se ci lasciamo prendere dalle mille domande che potrebbero affollare la nostra mente se ci soffermiamo in esse rischiamo di cadere nella trappola del nostro nemico, allora come fare in mezzo a tanta confusione?


La risposta è nella parola di Dio la Bibbia si spiega con la Bibbia difatti è scritto in 2 Timoteo che tutta la bibbia è ispirata da Dio e utile ad insegnare affinché l’uomo di Dio sia completo, preparato e pronto per ogni occasione; la Bibbia è la nostra mappa, in essa troviamo tutte le risposte di cui abbiamo bisogno, la Bibbia è il nostro manuale di vita: mi fa pensare il fatto che quando compriamo un elettrodomestico o una qualsiasi altra cosa dentro la confezione troviamo il libretto di istruzioni che ci spiega come usarlo, e la Bibbia è il nostro libretto di istruzioni come dice il Salmo 119: “la tua parola e una lampada al mio piede una luce sul mio sentiero”.


Molto spesso nella Bibbia per spiegare qualcosa che altrimenti per noi sarebbe difficile comprendere si fanno degli esempi di vita, propio riguardo al succitato verso, ho letto in un commentario che era usanza a quei tempi quando si camminava al buio legare una lampada al piede affinché ad ogni passo la lampada illuminasse il cammino, ma bisognava dare un passo in avanti per vedere la strada. Ecco cosa intende il salmista: mentre cammino nelle Sue vie la Sua parola illumina il cammino. La parola di Dio è la luce che ci illumina la strada da percorrere, ma dobbiamo camminare per vedere ciò che ci sta davanti.


Abbiamo quindi due possibilità, attraversare la prova sentendoci delle vittime, oppure (nonostante la sofferenza) decidere di fidarci completamente di Colui che ha ispirato quelle parole. “Molte sono le afflizioni del giusto ma l’eterno lo libera da tutte” Salmo 34:19. Prima di una grande vittoria ci sarà sempre una grande battaglia, ed è proprio quando siamo sotto pressione che viene fuori la nostra vera essenza, quando passiamo per una prova e la superiamo diventiamo più forti e la nostra testimonianza più efficace, non solo davanti agli uomini ma anche davanti al diavolo com’è scritto in Giacomo capitolo 4: resistete al diavolo ed egli fuggirà da voi!


Per concludere le prove sono necessarie? Bella domanda, per quello che leggo nella parola di Dio sì, tutto ciò che riusciamo a superare lo vinciamo, tutto ciò che non superiamo ci ha vinto!!


«Beato l’uomo che sopporta la prova; perché, dopo averla superata, riceverà la corona della vita, che il Signore ha promessa a quelli che lo amano»

‭‭Lettera di Giacomo‬ ‭1:12‬ ‭

70 visualizzazioni2 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Come le aquile

il voto cristiano! Da cristiano per chi dovrei votare? Molti cristiani sono molto attivi politicamente – sia che cercano di influenzare le leggi di un paese o di criminalizzare pratiche peccaminose, n

«Donna, ecco tuo figlio!» gunê, ide su ho huios la Bibbia, un affascinante libro. Un libro pieno di cose facile e cose impossibili da capire. Per quelle impossibili mi sono accontentato del versetto G